loading...

PAGAVA L’AEREO 80 EURO E SE NE FACEVA RIMBORSARE 800: VERGOGNA NAPOLITANO! VIDEO

011

Nel 2004 l’allora europarlamentare Giorgio Napolitano tallonato da un giornalista tedesco sullo scandalo dei rimborsi spese di viaggio: per un volo Roma-Bruxelles di 90 euro, Napolitano ha ottenuto un rimborso di 800 euro, più altri 80 per il taxi e 268 come indennità di missione.

L’intreccio tra politica e moralità, in Italia, è al centro del dibattito pubblico da tempo. Se i boati del caso Ruby, in attesa dell’inizio del processo il prossimo 6 aprile, sembrano fare meno rumore, negli ultimi giorni le occasioni per una semplice polemica, spesso e volentieri in chiave anti-Cavaliere, sono state la vicenda del ministro tedesco zu Guttenberg: dimissionario per aver copiato parti della tesi di laurea.

Quindi il caso di un altro ministro, in Giappone, dove il titolare del dicastero degli Esteri, signor Maehara, ha lasciato lo scranno per aver ricevuto una donazione di 50mila yen, pari a 440 euro.

 

Il bersaglio dell’italica polemica, come sottolineato, quasi sempre si chiama Silvio di nome e Berlusconi di cognome. La verità è che, forse, abbiamo la memoria corta. Così, dopo il nuovo richiamo alla moralità scandito dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione della Festa della donna dell’8 marzo, abbiamo deciso di ripescare un vecchio articolo (del 10 aprile 2004) che raccontava come Napolitano, ai tempi Europarlamentare dei Democratici di Sinistra, facesse la cresta sui voli aerei.

Il caso era stato sollevato da una televisione tedesca. Sul piccolo schermo italiano, però, quel servizio non ci era mai arrivato. Libero ha deciso di proporvelo.

Una tv tedesca aveva beccato l’attuale Capo dello Stato fare la cresta, il video:

Fonte

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *